mercoledì 16 dicembre 2009

Giovanissimi Provinciali (ex Regionali): Borgo 0 - Mezzocorona 0

Ultima partita del 2009 finita con un pareggio col Mezzocorona. Qualche occasione per parte in una partita condizionata dal campo ghiacciato. Comunque non mi resta che fare i complimenti alla squadra... adesso un po' di meritato riposo!

martedì 15 dicembre 2009

Incontro sulle Acciaierie: tanto "fumo" niente arrosto

Ieri ho preso parte all'incontro che, da quanto avevo capito io, doveva far chiarezza su quanto incide la presenza delle Acciaierie sulla nostra salute... ma forse avevo capito male.

Dopo aver spiegato che i limiti imposti erano/sono fuori scala (errori nelle unità di misura), i medici hanno spiegato che le diossine, i metalli pesanti e le polveri sottili nuociono alla nostra salute se assunte dall'organismo. L'ideale sarebbe che l'organismo non ne assuma proprio, e che quindi nell'ambiente che ci circonda non ve ne sia la presenza. Servivano tre medici e 2 ore di discorso per spiegarci che il nostro organismo starebbe meglio se l'inquinamento non esistesse?

Solo il professor Iobstraibizer ha messo in luce il fatto che le analisi sul terreno a nord della Brenta non sono probatorie: non è provato che la presenza di metalli pesanti nel terreno sia dovuta alla presenza delle Acciaierie (come non è probante la presenza di diossine nel latte materno).

Nonostante non sia emerso dalla discussione se esistono dei dati sulle emissioni di gas prodotto dalla fabbrica e se questi siano nei limiti o no il pubblico si è facilmente lasciato trasportare dall'entusiasmo condannando l'Acciaieria per il semplice fatto che inquina. Tutte le attività (o quasi) inquinano, il nodo del discorso non è questo, è capire se l'attività di produzione rispetta le regole imposte dalla legge o no e soprattutto provarlo! Sarei io il primo a gioire se le chiudono o se le mettono a norma!

Forse la platea avrebbe voluto avere risposta a queste due domande:

  • Quanto incide effettivamente l'attività delle acciaierie sull'inquinamento e quindi sulla nostra salute?
  • In base alle leggi vigenti che reali possibilità ci sono che l'Acciaieria venga chiusa nel medio (se non nel breve) periodo?

Le uniche risposte chiare sono state date dal già citato professor Iobstraibizer e dall'ing. Ferrai che ha messo in evidenza come anche la combustione domestica dei rifiuti contribuisca ad inquinare. Cioè siamo ancora in alto mare... purtroppo!!!



Deludenti, per il mio modesto parere, anche alcuni riferimenti a problemi e concetti di più ampio respiro che sono stati esposti con una visione un po' troppo semplicistica di ciò che è bene e di ciò che è male. Quelli che mi hanno colpito di più sono i seguenti:

  • La lotta agli inceneritori e alle discariche

Nessuno vorrebbe averceli fuori dalla porta di casa. Questo è indubbio. Ma se il nostro stile di vita comporta una produzione ingente di rifiuti da qualche parte li dovremo pur smaltire o no? Democraticamente parlando forse sarebbe giusto che ognuno ne abbia uno fuori da casa sua... ma non mi sembra proprio la strada più facile da percorrere. Se poi si considera che dai dati riguardo allo smaltimento rifiuti che ho avuto il piacere di analizzare durante uno stage al comprensorio emerge che non c'è correlazione tra il numero di componenti del nucleo famigliare e il numero di svuotamenti effettuati. Ciò significa che noi cittadini per primi dobbiamo fare il mea culpa e preoccuparci di diminuire la produzione di rifiuti!!!

  • Il sostegno indiscriminato al biologico

Chiaramente la frutta e la verdura biologiche sono prodotti di qualità migliore. Ma i costi di produzione? Suppongo siano maggiori altrimenti perché rinunciare a produrre in maniera biologica se ciò porta sia benefici in termini di qualità di prodotto che di costi di produzione? E se i costi sono maggiori non potrebbero anche crescere i prezzi della merce? o l'azienda accetta di produrre deficit? In entrambi i casi il risultato non sarebbe auspicabile: famiglie che devono far fronte all'aumento dei prezzi di un bene primario o aziende costrette a chiudere.

  • L'abbassamento tendente allo zero dei limiti

Chiaro che i limiti più bassi sono meglio è per al nostra salute. Ma probabilmente sono pensati tenendo anche conto del fatto che produrre stando sotto determinati limiti comporterebbe dei costi per le imprese tali da impedire loro di fare profitto. Quindi le imprese chiuderebbero. E fin che chiudono le Acciaierie va bene ma se chiudono tutte le imprese d'Europa si torna all'età della pietra (in questo caso mi è piaciuta la risposta del dott. Rigo al mio intervento.. qualcuno mi ha anche urlato "BRAVO" ma mi sa che mi sfotteva, visto che non ho espresso il mio odio indiscriminato per l'inquinamento...).



Con questo non voglio dire che sono stati espressi concetti sbagliati o che le Acciaierie (e gli imprenditori) devono continuare ad inquinarci l'aria, voglio però esprimere la delusione per il modo semplicistico, e da parte di alcuni propagandistico, di esprimere i concetti. E non so cosa possa aver capito la platea visto che il dottor Rigo e il professor Iobstraibizer hanno espresso la necessità di nuovi controlli, mentre la portavoce dei Barbieri Sleali è già lì che raccogli firme per la chiusura delle Acciaierie. Lei ha detto riconversione è vero, ma visto che, come ha detto il Sindaco Dalledonne, la riconversione necessita di dieci anni di chiusura...

Con ciò nulla da togliere all'impegno dei medici di salvaguardare la nostra salute, anzi li ringrazio. Speriamo che il loro impegno porti a risultati tangibili!

martedì 8 dicembre 2009

Giovanissimi Provinciali (ex Regionali): Sacco S. Giorgio 0 - Borgo 5

Partita dominata senza mai correre rischi, ma nel primo tempo il risultato non riusciva a sbloccarsi. Per fortuna prima del doppio fischio dell'arbitro Cristiano Feller, inserendosi, ha segnato da fuori area, mettendo la palla nel sette.

Nel secondo tempo siamo rientrati iniziando un po' molli, ma poi abbiamo trovato la seconda rete, con Gabriel Sordo che mette in porta la palla dopo che, tirata da fuori area da Alberto Galvan, aveva colpito la traversa. Poi segna ancora Cristiano Feller, di testa. La quarta rete è stata segnata da Zakaria Chadli, da fuori area, e la quinta da Ivan Andreata, tornato dopo l'influenza, che entra in area palla al piede e davanti al portiere non sbaglia.

La prossima col Mezzocorona...